Associazione Nazionale Della Polizia Di Stato
         
Home Page
Info Iscrizioni

 

E' senza ombra di dubbio uno dei personaggi cremonesi più amato, con alle spalle una carriera agonistica internazionale. Benito Penna pugile sul ring e personaggio affabile e bonario nella vita.

Iniziò la sua carriera con l'atletica leggera, disco e peso poi grazie a un gruppo di dirigenti della Velox di Castelverde lo convinsero a frequentare la palestra ABC di via dei Mille per la preparazione invernale, iniziò così a tirare i primi pugni sul ring, accorgendosi fin da subito di avere delle possibilità in questa disciplina sportiva grazie anche all'aspetto fisico (è alto m. 2,05 con un peso di Kg. 100), intimoriva gli avversari sul ring finendo così la maggior parte degli incontri con la vittoria.

Debuttò nel 1957 al torneo Primi Pugni e iniziò così le prime vittorie ai punti. Si arruolò nella Pubblica Sicurezza a diciott'anni, entrando così nella nazionale Juniores nel 59.

Qualche anno dopo orientato ormai al professionismo, lasciò le Fiamme Oro (con la maglia della Polizia e dell'ABC vinse una cinquantina di incontri, aveva tra l’altro anche vinto un paio di tornei annuali della Polizia che tradizionalmente si svolgono a Londra) e vestì così per l’ultima volta la maglietta dell’ABC ai campionati lombardi che si svolsero a Pavia con vittoria in finale sul lariano Festorazzi e quindi ai "nazionali".

Chiuse la sua seconda stagione da professionista vincendo con lo spagnolo Josè Gonzales, che aveva da poco spodestato Echevarria dal trono dei massimi iberici. Dedicò la vittoria alla memoria del padre morto pochi giorni prima era stato da sempre il suo più acceso tifoso.

Dopo qualche anno lo convinsero a tornare sul ring del Palalido contro l' inglese Phil Dubisson, tanto forte nel colpire ma incapace di assorbire, soprattutto al bersaglio basso. Penna soffrì nelle prime due riprese, poi nel terzo e quarto tempo non ci fu più storia; poi vennero altri match, quasi tutti vittoriosi, e la lunga rincorsa al titolo italiano.

Perse l'ultimo incontro della sua carriera per colpa della sua correttezza sportiva avendo infortunato all'occhio il mitico Canè colpendolo con il pollice del guantone, alla fine gli applausi furono pari per entrambi perché ci si rese conto di aver assistito all' ultima grande prestazione di due grandi campioni che avevano tenuto alto il pugilato italiano per oltre due decenni, e grazie a questo i due pugili meritavano l'ovazione più incondizionata.

 

Benito Penna in uniforme.

 

 
       
037231137
fax 037231137
- Ente Morale per decreto del P.R. n.820 del 7.10.1970, Legge 1.4.1981, n. 121 - art.10 -
Note: Il presente sito è stato ideato e realizzato presso la sede locale A.N.P.S. sezione di Cremona, Via Massarotti, n.58, 26100 Cremona,P.Iva 3010720196 -
Per una visualizzazione ottimale, utilizzare risoluzione grafica 1680 x 1050 Wide, oppure 1280 x 800
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.
A.N.P.S. Sez. di Cremona non è responsabile dei siti collegati.
Click Here...