Nei luoghi più belli: Spiazzi (VR) Santuario Madonna della Corona.

L'Associazione il 06 Aprile 2008 ha organizzato una gita socio-culturale al Santuario "Madonna della Corona" in localita Spiazzi di Monte Baldo (VR).

Arrivati al santuario Madonna della Corona ci è sembrato che il tempo si fosse fermato. Infatti è risaputo che tutti, storici, cronisti, divulgatori, convengono nell’affermare che il Santuario è sorto per venerare un antico quanto famoso Simulacro dell’Addolorata, detto appunto Madonna della Corona. Solo dopo la comparsa di questa statua inizia la vera storia del Santuario; c’è anche un’altra spiegazione che vorrebbe la presenza della statua come un ex voto donato dai Castelbarco agli eremiti della Corona che già in precedenza frequentavano il curioso sito. Sia per la prima o per la seconda tesi il luogo assume un interesse particolare e schiere innumerevoli di devoti provenienti non solo dai territori circostanti, ma anche da molto lontano, iniziarono a frequentare il Santuario e a venerare la Madonna della Corona.

Le origini storiche del luogo affermano che la chiesa venne inaugurata nel 1530 dopo la visita di Mons. Gian Matteo Giberti. Nel 1625 cavalieri di Malta iniziarono la ristrutturazione e la finirono nel 1680. All'inizio la chiesa era conosciuta col nome di Santa Maria di Montebaldo; poi i vari rifacimenti in stile gotico con marmi di sant'Ambrogio nel 1899, infine all'interno della chiesa, con ulteriori rifacimenti, venne ricavata scavando nella roccia una nicchia lunga 30 mt e larga 20 mt, con la sua cupola alta 18 mt. Il 4 giugno 1978 fu consacrato il santuario, venne finita la sua ristrutturazione il 17 aprile 1988 in onore della visita del Papa Giovanni Paolo II.

Per arrivarci nei tempi antichi vi si accedeva solamente attraverso una gradinata dalla Valdadige; oggi è raggiungibile anche via strada asfaltata dopo il paese di Spiazzi, che termina in una galleria scavata nella roccia nel 1922, dove vi è messo il dipinto della Madonna. Questa strada è percorribile solo a piedi e, durante il tragitto ci sono le quindici stazioni della Via Crucis; è stato riprodotto il sepolcro dove venne messo il Signore dopo la sua morte. All'interno del santuario vi è la Scala Santa: riproduzione vera della scala che si trova a Roma vicino alla Basilica di San Giovanni in Laterano, dove Gesù salì e discese più volte nel giorno in cui fu flagellato, incoronato di spine e condannato alla morte sulla croce, sporcandola così con il suo sangue.

Per poterla percorrere ci sono delle tradizioni da seguire :

Modo di salire la scala Santa :
- dopo aver intinto l’acqua santa si fa il segno di croce;
- si salgono i 28 gradini in ginocchio;
- con grande raccoglimento si medita e si prega sulla passione di Gesù Cristo:
• il sudore di sangue nell’orto
• la flagellazione
• la coronazione di spine
• il viaggio al Calvario
• la crocifissione e morte di nostro Signore Gesù Cristo.

La devozione alla Madonna della Corona è documentata in molte località della diocesi di Verona e Vicenza.Nella parrocchiale di Sant'Anna d'Alfaedo un quadro descrive il trasporto della Madonna della Corona da Rodi alle rocce del Monte Baldo.
La leggenda dice che l'immagine dell'Addolorata sia miracolosamente apparsa nel 1522, al tempo dell'occupazione turca di Rodi dove essa sarebbe stata in precedenza custodita. La piccola scultura in pietra dipinta è, in effetti, del primo Quattrocento, fù donata, certamente come ex-voto da Ludovico di Castelbarco nel 1432; il materiale è della zona e la forma deriva dallo stile Vesperbild d'oltralpe

Up Spiazzi di Monte Baldo 06 Aprile 2008 Slideshow

05
03
04
02
01
06
09
12
07
08
11
10
13
16
17
18
15
14
20
21
22
23
25
24
30
26
29
19
28
27
Immagini totali: 30 | Ultimo aggiornamento: 30/12/08 14.38 Generato da Jalbum & Chameleon || Aiuto

vai all'inizio pagina